Dungeons & Dragons: Icons of the Realms starter set

Con l’uscita della quinta edizione di Dungeons & Dragons, la Wizards of the Coast ha deciso di affidare ad altri editori la produzione delle miniature predipinte per la nuova incarnazione del gdr fantasy più famoso del mondo. La Wizkids ha colto la sfida ed ha messo su diverse serie riguardanti l’ultimo nato in casa WotC. Oltre ad un gioco di dadi collezionabili (D&D Dice Masters) ed il gioco di combattimento tra draghi (D&D Attack Wing), la Wizkids ha pubblicato una linea di miniature predipinte apposta per il gioco di ruolo. La linea si intitola semplicemente Dungeons & Dragons: Icons of the Realms, ed è – come suggerisce il nome – basata sul setting di default della nuova edizione di D&D, cioè i Forgotten Realms.

Questa serie di miniature, che chiameremo DnDIR per brevità, viene commercializzata con uno starter set contenente sei miniature di eroi, e dei booster chiusi che contengono 4 miniature a caso. La serie include 6 miniature fisse (quelle dello starter), più 44 casuali, sia di mostri che di eroi, con basette rotonde di diametro variabile in base alle dimensioni della creatura rappresentata.

Lo starter set, oggetto di questa recensione, contiene come dicevo sei miniature, tutte di personaggi. La confezione è priva di fronzoli: abbiamo a che fare con un blister con alloggiamenti in plastica trasparente per le sei miniature. In alto a destra del blister c’è il logo di D&D, ed all’interno del blister c’è un inserto di carta con il nome della serie ed il necessario avvertimento che non si tratta di un giocattolo e che è un prodotto adatto dai 14 anni in su. Lo sfondo della confezione è lo stesso disegno che si trova sulla copertina dello Starter set di D&D.

Le miniature rappresentano 5 combinazioni di razze e classi, più Drizzt Do’Urden. La qualità delle sculture è nella media, sicuramente migliore delle prime serie di D&D Miniatures (WotC) ma non all’altezza, per capirci, di AT-43. Anche la qualità della pittura non è elevatissima, ma in generale supera quella di molte delle serie di D&D Miniatures. Razza, classe ed eventuale nome della miniatura sono riportate in rilievo sulla parte inferiore della basetta, ma va detto che la leggibilità varia: nel mio set, per esempio, la scritta di Drizzt è chiarissima, laddove quella del nano chierico non lo è.
Va menzionato anche che nella mia confezione che le basi di alcune miniature sono leggermente distorte; la cosa non pregiudica la giocabilità né, stranamente, la stabilità delle miniature stesse; ma dal punto di vista estetico ci sarebbe da discutere.

Veniamo dunque ad un esame più dettagliato delle singole miniature.

Nano Chierico: personaggio di sesso femminile, armato di un martello da guerra a due mani, indossa una corazza di bronzo dorato completa di elmo e guanti, sopra ad una tunica rossa, e porta il martello sulle spalle con entrambe le mani. La posa è decisamente statica e, nonostante io sia un fan dei nani, forse questa è la miniatura che mi convince meno del set. Siccome è per lo più coperta di metallo non ombreggiato, la colorazione fa sembrare la miniatura molto piatta.

Ladro Halfling: avvolto in un mantello grigioverde con cappuccio, questo halfling indossa una tunica bianca tenuta ferma da una cintura provvista di diversi accessori, ed impugna una spada corta. Ai piedi calza stivali alti fino al ginocchio. La posa non è particolarmente statica, e la colorazione non è male, ma il volto è privo di ombre, e parecchio piatto.

Ranger Umano: una fanciulla armata di arco, con coda di cavallo ed in posa dinamica, ritratta mentre tende l’arco al massimo. Il vestiario include un lungo mantello grigioverde, pantaloni verde scuro, una casacca verde petrolio e rosso vivo, ed una cintura in cuoio da cui pende una faretra. Lo sculpt è piuttosto dinamico e tutto sommato la miniatura potrebbe passare anche come arciere (guerriero) elfo o mezzelfo.

Guerriero Umano del Northland: un colosso con barba e capelli rossi arruffati, armato di un’ascia e vestito di pellicce e cuoio, questa miniatura è imponente (e davvero grande in termini di dimensioni). La posa, pur non essendo particolarmente dinamica, è piuttosto convincente. A conti fatti, è la miniatura che mi piace di più in questo set.

Maga Elfa: una maga bionda in posa statica, con una sfera di fuoco (in plastica arancione trasparente) tra le mani, vestita di grigio opaco e oro quasi metallizato. Insieme alla Nana, è la miniatura con la posa più statica del set, ma soffre di meno la mancanza di ombreggiature per via del colore grigio opaco e del contrasto tra capelli e pelle.

Drizzt Do’Urden: questo Ranger Drow fin troppo famoso impugna le sue due scimitarre (una delle quali un po’ troppo piegata, almeno nella mia confezione), ed ha la posa più dinamica dell’intero starter. Vestito di colori scuri, coi capelli bianchi che creano un bel contrasto col resto della miniatura, Drizzt è piuttosto convincente e forse è la miniatura più bella, oggettivamente, di tutto il set.

In conclusione, questo starter non è male come qualità, e le miniature sono nello standard Wizkids (quindi non aspettatevi la Rackham o le miniature di World of Warcraft). A mio giudizio quello che pesa è il prezzo. Uno starter costa circa 20€, e per sei miniature predipinte mi sembra un po’ eccessivo. I booster, d’altronde, ne contengono solo 4 (alcune delle quali ben più grandi di quelle dello starter, per carità), ma il costo è intorno ai 17€. Se mancate di miniature per D&D, e/o non avete voglia o tempo per dipingere quelle che avete, questa serie della Wizkids non è una cattiva scelta, per quanto il costo sia un po’ elevato. Se invece la vostra collezione di D&D Miniatures è piuttosto ampia, o usate miniature personalizzate per le vostre campagne, forse questa serie non è esattamente il prodotto che vi serve.

In ultimo, eccovi un po’ di foto delle miniature, comparate con miniature simili delle vecchie serie della WotC.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...