Battlelore 2nd Edition: unboxing

Se dovessero chiedermi “qual è il miglior gioco per due persone?”, probabilmente risponderei “Battlelore”. Derivato dal sistema di Command and Color ideato da Richard Borg, Battlelore era una specie di “versione avanzata fantasy” del capolavoro Memoir ’44 della Days of Wonder; ambientato durante la Guerra dei 100 Anni, Battlelore iniziava come light wargame storico, per poi diventare dopo pochi scenari un gioco fantasy con creature mitiche e magia; una delle cose più impressionanti del gioco, tuttavia, era la dotazione: nella pesantissima scatola base erano presenti più di 210 miniature, centinaia di carte, segnalini, dadi in legno. In linea con gli standard produttivi della DoW, insomma, Battlelore era un vero capolavoro da ogni punto di vista.
Purtroppo dopo aver pubblicato molte espansioni, la DoW decise di vendere i diritti del gioco alla Fantasy Flight Games, che pubblicò qualche altra espansione, e poi dichiarò morta la serie, sostituendola con Battles of Westeros (qui trovate l’unboxing relativo), che ne uscì come una specie di parente povero, con qualche idea valida, ma in genere risultando solo un frettoloso tie-in per sfruttare il successo commerciale di George Martin.

Ora, tuttavia, la FFG ha finalmente deciso di rivitalizzare il vero Battlelore, pubblicandone una seconda edizione (che da ora chiamerò BL2). Il gioco vira decisamente verso la fantasy e lascia le sue pretese di quasi-storico. Niente più inglesi con goblin e francesi con i nani scozzesi, ma eserciti fantasy di orribili demoni (gli Uthuk) e nobili umani (i Dagan). Ci sono molte altre differenze col gioco originale, le più cospicue sono il fatto che gli eserciti si costruiscono con i punti (punti Lore), e che non ci sono scenari fissi, ma ogni partita viene “generata” casualmente.
In questo articolo, però, daremo giusto un’occhiata ai pezzi, e non alle meccaniche del gioco. Val la pena ricordare per chi non ama l’idioma dei Duran Duran che il gioco è stato localizzato in italiano dalla Giochi Uniti, e probabilmente verrà reso disponibile in estate.

La scatola: la scatola di BL2 è dimensionalmente identica a quella di Descent 2nd edition. Lato quadrato, più profonda del normale, decorato con una scena di battaglia che riporta in primo piano un cavaliere armato di improbabile enorme spada che combatte contro due orribili demoni. Il logo “Battlelore” mantiene i cristalli del Lore nella “O”, ma per il resto è cambiato, per adeguarlo ai logo dell’ambientazione di Runebound, dove BL2 è collocato dal punto di vista del setting. All’interno della scatola troviamo tre fogli di segnalini da defustellare, il tabellone di gioco, le regole, le carte e i dadi, ed al di sotto dell’inutile separatore in cartone tipico della FFG troviamo le miniature.

Il tabellone: il tabellone è in cartone pressato resistente e massiccio, piegato in sei, e rappresenta un’area di generici “campi erbosi”, con una griglia esagonata sovrimposta, e divisa verticalmente da due linee rosse. Sul tabellone non c’è nient’altro, nemmeno il logo del gioco. Lo definirei noioso, se non fosse perfettamente funzionale al gioco. Nessun fronzolo, va bene così. In questa sezione descrivo pure gli esagoni del terreno, che servono a creare le mappe degli scenari. Gli esagoni sono identici a quelli di Battlelore originale e rappresentano colline, foreste, fiumi, edifici generici, e le due tende di comando. Graficamente sono realizzati bene, sempre senza fronzoli, e funzionano bene. Null’altro.

I segnalini: in BL2 ci sono diversi tipi di segnalini. Andiamo dai segnalini “gestionali” (Lore, Punti Vittoria, Danni, Veleoni), a quelli di terreno (ponti, guadi, stendardi), a quelli di effetto (portale, stordimento, sciame), più un segnalino che ritrae un elmo e che indica il primo giocatore. La grafica dei segnalini terreno è identica a quella che troviamo nel primo Battlelore, mentre gli altri sono piuttosto “anonimi”, ma decisamente funzionali, come dovrebbero essere i segnalini di un gioco, d’altronde.

Le carte: le carte in BL2 si dividono in diversi tipi e diversi formati: carte Scenario, carte Ordine, carte Lore, Carte Esercito, Carte di riepilogo, carte di schieramento.

Carte Scenario. Innanzi tutto troviamo le carte Scenario, grandi, che permettono di creare scenari con regole speciali appropriate. Come infatti abbiamo visto più sopra, in BL2 non c’è un libro degli scenari (ahimè), ma gli scenari vengono generati “casualmente” durante il gioco. Le carte Scenario sono 14, 7 per i Dagan e 7 per gli Uthuk, e sono divise longitudinalmente in tre sezioni: due metà della carta, separate dal titolo della carta stessa. La metà superiore rappresenta una mappa con le posizioni delle proprie unità, che andranno coperte dalle carte di schieramento (vedi più avanti). La metà inferiore, invece, riporta le regole speciali per la nostra fazione in quel determinato scenario. Ciascun giocatore pesca una carta scenario della sua fazione, e queste due carte comporranno lo scenario che si va a giocare.

Carte Ordine. BL2 include 40 carte Ordine che vengono usate in genere per dare ordini alle proprie unità. Ciascuna carta ordine ha un titolo ed un’immagine della mappa che evidenzia il settore a cui possiamo dare l’ordine oppure un’immagine fantasy (se la carta non si riferisce ad un preciso settore), ed un testo che illustra l’ordine in questione, esattamente come in Battlelore o in Command & Color. Anche molti titoli della carte son rimasti uguali (tra cui il mio preferito, Darken the Skies, che invece degli arcieri inglesi ora ha gli arcieri-scheletro).

Carte Lore. Le carte Lore sono gli effetti magici del gioco, e in BL2 sono divise in 20 carte Daqan e 20 Uthuk, perché i tipi di magia sono naturalmente differenti. Le carte Lore hanno un costo in Lore, riportato in alto a sinistra sulla carta, un’immagine, un titolo, ed un testo che dettaglia gli effetti della carta.

Carte Esercito. BL2 include 6 carte esercito, tre per ogni fazione. Queste carte servono unicamente per giocare partite rapide, perché indicano composizioni standard per eserciti da 50 punti Lore pronti per essere schierati.

Carte di riepilogo. Queste carte forniscono i dati relativi alle nostre unità. Ogni unità nel gioco ha la sua carta, e nella scatola base esistono 5 unità Daqan e 5 Uthuk. Le carte di riepilogo riportano vari dati di gioco: in alto abbiamo il simbolo della fazione, il nome dell’unità, e la sagoma che ne indica il tipo (distanza, mischia, etc.). Al centro troviamo il testo che descrive le eventuali abilità speciali dell’unità. In basso, infine, i tre valori di movimento, attacco, e punti Lore.

Carte di schieramento. Questa carte hanno il formato delle carte avventura di Talisman, quindi sono piccole, e sono divise in tre tipi: Daquan (17 carte), Uthuk (17 carte), ed esche (22 carte). Le carte di schieramento vengono usate durante la fase di preparazione della partita, e vengono piazzate coperte sul tabellone per schierare “di nascosto” il proprio esercito in base alla carta scenario che abbiamo pescato, e le esche servono proprio a mascherare il nostro schieramento. Quando tutti e due i giocatori hanno schierato le loro forze, le carte vengono scoperte e sostituite dalle miniature.

Dadi: i dadi forniti nel gioco base sono in plastica, viola con simboli bianchi, in numero di 4 (pochi). I dadi sono leggibili facilmente durante la partita, il che è sempre un vantaggio. In genere, i dadi vengono usati in combattimento, proprio come nel primo Battlelore.

Manuali: un manuale delle regole a colori di 20 pagine, ben scritto e con molti esempi; un manuale di riferimento, che è utilissimo per rivedere le regole mentre si gioca; ed infine un foglietto con le istruzioni per montare alcune delle miniature.

Miniature. Il pezzo forte dei giochi FFG è naturalmente costituito dalle miniature. Specifico subito che io sono un fan dello stile artistico delle miniature di Battlelore, ed avevo trovato brutte e troppo piccole quelle di Battle of Westeros. Ma in BL2 le miniature sono davvero eccezionali. Sono fatte di plastica rigida, non morbida come le tipiche miniature della FFG, e sono in due colori (rosso per gli Uthuk, blu per i Daqan). La scala è “ibrida”, e direi che si colloca tra le 15mm e le 28 mm (la miniatura di un umano in BL2 è alta 24 mm). I dettagli sono notevoli, e per quanto qualche miniatura presenti linee di fusione o flash, in genere le miniature sono poco o per nulla deformate. Ovviamente ho da ridire sul fatto che le truppe spesso siano mancine (non ho nulla contro i mancini, ma in battaglia in genere lo scudo è sempre portato a sinistra e l’arma a destra per ragioni pratiche), ma è un “difetto” di sculpt che di trova in tutti i giochi FFG, e che non inficia per niente l’aspetto estetico o la giocabilità.
Molte delle miniature vanno montate, ed il montaggio è ad incastro, anche se la colla è consigliata per tenere fermi i pezzi in maniera permanente.
I tipi di unità, come già detto, sono 5 per ogni fazione. La fanteria è rappresentata da Citadel Guards (Daqan) e Blood Harvesters (Uthuk); gli arcieri dagli Yeoman (Daqan) e dalla Viper Legion (Uthuk); la cavalleria dai Riverwatch Riders (Daqan) e dai Flesh Ripper (Uthuk); ed infine abbiamo truppe pesanti con i Rune Golem (Daqan) e gli Obscene (Uthuk) ed i due leader (un Roc Warrior per i Daqan ed un Chaos Lord per gli Uthuk).
Le miniature dei leader, in particolare, sono davvero molto belle. In generale l’aspetto estetico di BL2 non ha assolutamente nulla da invidiare al suo predecessore, anche se è più “crudo” e meno “da cartoon”.

Per concludere: per quanto fossi un po’ prevenuto, devo invece ricredermi e promuovere questa nuova edizione di Battlelore a pieni voti. Per quanto il materiale è relativamente poco (rispetto al primo Battlelore, ovviamente), BL2 è davvero dotato di ottimi componenti, e le miniature sono davvero spettacolari. Naturalmente mi aspetto una marea di espansioni “Necessarie” (come da standard FFG), ma non posso che complimentarmi per il lavoro componentistico svolto dal colosso statunitense. Attendendo le prime partite, vi lascio con una piccolissima galleria di immagini scattate durante l’apertura della scatola, e vado ad affilare la mia ascia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...